H o m e  .  I n f o r m a z i o n i
PERSPEX®


 PERSPEX®


Introduzione

Proprietà

Tabella colori

Lavorazione mecc.
Preparazione
Spaccatura
Taglio
Foratura 
Filettatura
Tornitura
Profilatura
Incisione
Fresatura
Finitura
Microfessurazioni

Termoformatura

Decorazione

Incollaggio

INSEGNE

Prezzi e acquisti
colato
estruso
accessori





LAVORAZIONE MECCANICA

Foratura

Per normali fori nel PERSPEX® sono adatte le normali punte elicoidali. Per fori di diametro grande in rapporto allo spessore conviene usare frese a tazza. Per fori profondi e di piccolo diametro possono essere necessarie punte particolari. Le punte a farfalla non sono adatte per il PERSPEX®.
Per la marcatura sono sconsigliati i bulini a scatto perché vi è il rischio d'incrinare il PERSPEX® o provocare microfessurazioni. È sufficiente una leggera pressione con un normale punteruolo.
Ci sono due metodi per forare le lastre acriliche PERSPEX®: con supporto e senza supporto. Questi due metodi alternativi sono descritti più avanti. Le punte consigliate per forature di lastre acriliche sono quelle elicoidali a passo fine utilizzate per materie plastiche dure.
Questo tipo di punta dà una buona rifinitura e impedisce alla lastra di scheggiarsi e di frantumarsi. Possono essere usati molti altri modelli, incluse le normali punte elicoidali ad alta velocità, sempre che vengano osservate le procedure sotto riportate.
È bene affilare le punte elicoidali avendo cura che l'angolo di spoglia sia stato modificato. Si possono usare normali punte di acciaio rapido ma, poiché esse sviluppano più calore, possono dare una finitura meno soddisfacente e provocare tensioni interne, con conseguente rischio di microfessurazioni (crazing).
Per questo motivo è importante, durante la lavorazione, un efficace sistema di raffreddamento. È utile lubrificare la punta con acqua od olio solubile. Eseguendo fori profondi occorre eliminare spesso i trucioli estraendo la punta mentre ruota.
Per fori di grande diametro in lastre sottili è consigliabile usare utensili conici.
Per forare lastre sottili può essere utile modificare l'angolo della punta in modo che tocchi completamente la lastra di PERSPEX® prima di emergere dalla parte opposta. Non osservando questa precauzione si otterranno fori imprecisi.

Con supporto
Quando la superficie inferiore della lastra da forare può essere completamente supportata, l'angolo ideale di affilatura della punta è di 1300. La punta dovrebbe avere un angolo di spoglia modificato come per l'ottone.

Senza supporto
Ci sono casi in cui non è possibile sostenere la superficie inferiore durante la foratura, ad esempio nel caso di un articolo stampato. In questi casi si deve usare una punta affilata a 60°.
NB: Sulle lastre di spessore inferiore a 3 mm si possono verificare fori leggermente eccentrici.
La foratura eseguita manualmente è abbastanza agevole per fori di piccolo diametro ed è tanto più soddisfacente quanto più leggera è la pressione esercitata. Normalmente vengono usati trapani elettrici. Così come nella foratura eseguita manualmente, devono essere evitate pressioni eccessive e avanzamento veloce.



© 1999 - 2003 ALBERTINI PRODOTTI INDUSTRIALI SRL - tel +39 0461 824242 - fax +39 0461 824200


Le informazioni tecniche contenute nel sito sono frutto della ricerca dei produttori e delle esperienze maturate nel corso degli anni. Esse sono da intendersi non vincolanti e puramente indicative. Si declina qualsiasi responsabilità.